Via Mercatovecchio

Luogo caratteristico della città, dove una volta sorgeva il mercato, via Mercatovecchio è stata importantissima per lo sviluppo economico della città.

Via Mercatovecchio non solo è la parte più caratteristica della città, ma nella storia del suo sviluppo economico occupa un posto di fondamentale importanza. Nel suo territorio sorse il primo mercato concesso dal Patriarca Bertoldo di Andechs nel 1223 all’allora borgo medioevale.
La presenza del mercato, unita alla possibilità di non pagare le tasse (concessa nel 1248) attirò molti uomini liberi, che divennero ‘burgenses’ o borghesi di Udine, costruirono nuove case e fecero ingrandire il paese murato fino a farlo diventare una città.
Ancora oggi la via, fiancheggiata su entrambi i lati da sottoportici, è interamente occupata da negozi.
A metà circa della strada, sul lato sinistro, sorge l’imponente Palazzo del Monte di Pietà e poco più avanti la Casa Sabbadini (civico 24) che presenta sulla facciata le tracce sbiadite di affreschi, opera del pittore udinese Giovan Battista Grassi (XVI sec.). Sull’angolo di questa casa si può ancora vedere l’anello dove nel 1500 s’infilava l’asta con la bandiera rossa che indicava il traguardo della corsa del Palio.