Palazzo Chiaruttini

Palazzo dedicato ad uffici e attività commerciali al piano terra e ad abitazione privata al secondo piano.

Palazzo Chiaruttini fu edificato, nel 1908, dall’architetto Ettore Gilberti (1876-1935). L’edificio è pensato per ospitare attività commerciali al piano terra e uffici al primo piano: solo nella parte centrale si eleva un ulteriore secondo piano, ad impianto rettangolare, destinato ad abitazione privata. Le facciate sulla strada sono caratterizzate da un impianto decorativo dalla calligrafia classica che richiama i moduli della Secessione; la diversificata tessitura dei fori tra il primo e il secondo piano dona leggerezza alla composizione del prospetto, evidenziando, al contempo, le diverse funzioni cui sono adibiti i vari piani dell’edificio. Il coronamento in intonaco colorato, al di sopra delle cornici delle aperture del secondo piano, conferisce ulteriore movimento alla composizione del prospetto, mentre l’ala a nord al piano terra è caratterizzata dalla presenza di colonne che esternamente sottolineano l'accesso laterale ed internamente sostengono l'edificio.

Edificio privato.