Casa Moisesso-Liruti-Biasutti

Casa sistemata su progetto dell'architetto D'Aronco.

Casa Biasutti venne sistemata, su progetto dell’architetto Raimondo D’Aronco, nel 1920 circa. L’autore eseguì sette disegni e due copie dei disegni non datati, che curavano l’aspetto dell’ingresso e della cinta muraria dell’edificio in occasione dell’apertura del viale della Vittoria. Sopra la cinta muraria in bugnato corre un terrazzo decorato con pregevoli ferri battuti di gusto Déco e anfore in terracotta ispirate a Gio Ponti. Le riquadrature pittoriche furono eseguite presumibilmente da Enrico Miani. L’insieme architettonico si inserisce nell’ultima fase daronchiana, caratterizzata da un’impostazione classicista non esente da riprese manieriste. Interessante anche la sistemazione del giardino con gradoni scaglionati nello spazio e nicchioni terminali, il progetto verosimilmente attribuibile a D’Aronco non fu però completato.

Edificio privato.