Palazzo del Monte di Pietà

Oggi sede della Cassa di Risparmio, questo palazzo custodisce nelle sue sale numerose opere d'arte.

A metà di via Mercatovecchio, sul lato sinistro, sorge il Palazzo del Monte di Pietà, dal 1882 sede della Cassa di Risparmio. Progettato da tre architetti di diversa origine: Francesco Floriani di Udine, Bartolomeo Rava di Milano e Jacopo Benoni di Venezia. Alla sua realizzazione occorsero quasi cento anni (dalla fine del ‘500 alla fine del ‘600). Di notevole effetto è la facciata che si apre su via Mercatovecchio con i suoi portici in bugnato e le due trifore con balaustra sormontata da un timpano spezzato nella parte superiore.
Interessanti i quattro gruppi marmorei della ‘Pietà’ posti ai quattro angoli del palazzo (databili tra la seconda metà del sec. XVII e la prima metà del XVIII).
Internamente il palazzo è stato completamente ristrutturato dall’architetto Gino Valle e disposto in funzione delle esigenze della banca; nelle sue sale custodisce numerose opere d’arte tra cui preziosi armadi settecenteschi che una volta custodivano i registri dei pegni.