Santuario della Madonna delle Grazie 

Dall'alto di una scalinata si erge il santuario della Madonna della Grazie, visibile da piazza I maggio.
 

In piazza I maggio troneggia dall’alto di un’ampia scalinata la monumentale facciata del Santuario della Madonna delle Grazie. L’attuale costruzione - con annesso convento dei Padri Serviti (dove è visibile un chiostro e una vera da pozzo del sec. XV) - fu eseguita intorno al 1730 e ampliata fra il 1838 e 1851 (una precedente chiesa dedicata a San Gervasio esisteva già nel XV sec.). Si venera la miracolosa immagine della Beata Vergine donata alla città dal Luogotenente veneto Giovanni Emo che, a sua volta, l’aveva ricevuta in dono dal sultano di Costantinopoli nel 1479. Il vasto interno, ad una sola navata, è ornato da molti dipinti; interessante la pala d’altare dell’udinese Luca Monteverde La Vergine in trono e santi (1522). Fra i moltissimi ex voto c’è la maschera del diavolo legata a una leggenda molto famosa. Sulla sinistra, entrando, si nota il grande affresco del pittore contemporaneo Arrigo Poz che ricorda il terremoto in Friuli del 1976.

Edificio di culto.