Parco della Rimembranza

Parco dedicato alla memoria dei caduti in guerra.

Il parco della Rimembranza nasce, per volontà della città di Udine, allo scopo di ricordare i Caduti della Grande Guerra: venne infatti realizzato, su progetto di Ettore Gilberti, nel 1924. Il giardino sorge su quello che era il fossato della quinta cinta delle vecchie mura cittadine, abbattute proprio a inizio Novecento. Su di esso prospetta l’arco trionfale in Elaeagnus x ebbingei, progettato anch’esso dall’architetto Gilberti, quale accesso solenne al parco. In occasione del suo allestimento vennero piantati mille cipressi, in ricordo solenne degli oltre mille cittadini udinesi caduti in guerra. I cipressi, nel tempo, sono stati poi sostituiti da conifere quali cedri e pini. Quest’area verde è caratterizzata da una forma allungata che si estende, per oltre 20.000 metri quadrati, tra Piazzale Osoppo e Piazzale Oberdan, lungo via Diaz. Di fronte all’arco dell’ingresso principale sono collocati due monumenti dedicati alle vittime civili di guerra ed ai caduti per la libertà nei campi di sterminio nazisti, mentre all’interno, nelle immediate vicinanze dell’arco, è collocata una recente opera in memoria dei bersaglieri d’Italia. Al centro del parco si trova un ulteriore monumento dedicato all’Unità del Friuli, collocato il 24 maggio 1924 e composto da una colonna di Aquileia che poggia su un capitello con targa commemorativa.