Via Aquileia

Lungo questa via si trovano numerosi palazzi storici oggi abitazioni private o uffici.

Proseguendo lungo via Aquileia, si incontrano palazzi di pregio adibiti ad abitazioni e/o ufficio e quindi chiusi al pubblico. Al numero civico 39/41 si trova Casa Arcano – Varmo – Buiatti nella quale un monumentale scalone conduce a una sala mirabilmente affrescata dall’artista Giuseppe Morelli nel 1794; il Palazzo Braida del Torso, al n.33, costruito alla fine del Seicento, conserva numerosi affreschi di Giulio Quaglio (XVII - XVIII secolo), al civico 26 la Casa Morelli de Rossi con una loggetta cinquecentesca a due piani che si affaccia sul cortile dal caratteristico pedrât (acciottolato) e che rimane uno dei pochi esempi di costruzione di tale genere in città.