08-06-2015
tmpGtBNs5

Teleriscaldamento, si amplia la rete per servire anche i privati

“La rete del teleriscaldamento si amplia, segno evidente del successo dell’innovativo sistema partito lo scorso anno in città e dell’interesse dei privati cittadini che vedono un’occasione di risparmio”. Così l’assessore all’Ambiente e alla Mobilità, Enrico Pizza, annuncia l’inizio di alcuni lavori per la posa della rete di teleriscaldamento che interesseranno a breve via Cicogna. Dopo aver completato e reso attivo il servizio in via Tiberio Deciani fino alla scuola Ellero, infatti, i residenti della via cittadina hanno chiesto di poter collegare anche le proprie abitazioni alla rete che attualmente serve numerosi edifici pubblici.

“Grazie alla lungimiranza dell’amministrazione comunale e del sindaco Honsell, che ha voluto fortemente l’impianto prima come rettore e poi come sindaco – prosegue Pizza – Udine sta potenziando sempre più questo tipo di sistema di risaldamento che consente, oltre a un risparmio per i consumatori, anche notevoli vantaggi dal punto di vista ambientale”.

I lavori nella laterale di via Deciani inizieranno già il 15 giugno e per spiegare le tempistiche e condividere soluzioni per rendere meno disagi possibile, la ditta incaricata, insieme con l’assessore e al Comando della Polizia Locale del Comune, hanno organizzato un incontro per martedì 9 giugno alle 18.30 in una sala della parrocchia di San Quirino. In quell’occasione verranno dunque illustrati il cronoprogramma dei lavori e le conseguenti limitazioni al traffico che verranno adottate.

L’intero progetto, lo ricordiamo, è nato da un accordo di programma tra l’Azienda ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia, l’Università e il Comune di Udine ed è il primo esempio in Italia di sistema alimentato dalla centrale tecnologica di un ospedale. Realizzata da Aton (società partecipata da Siram spa al 99 per cento) insieme con Rizzani de Eccher spa e due cooperative (Ar.Co e Cpl Concordia) la rete è costata complessivamente 113 milioni di euro, coperti in parte dallo stanziamento pubblico di 44 milioni.

“Dopo via Cicogna – annuncia ancora Pizza – abbiamo già ricevuto da parte di altri condomini della zona di collegarsi alla rete. Un successo che conferma la bontà dell’intero progetto che, pian piano, sono sicuro si estenderà anche a molti altri quartieri della città”. Nello specifico, infatti, sono previsti prossimamente nuovi lavori per la posa dei condotti anche in via Divisione Julia e nel resto di via Tiberio Deciani, dalla scuola Ellero, dove attualmente la rete è già presente, fino quasi al termine della via.

 

#news