28-11-2017

Studi linguistici e letterari: proseguono gli "Incontri del dottorato"

Prosegue il ciclo di “Incontri del Dottorato” in Studi linguistici e letterari, interateneo delle Università di Udine e Trieste, che offrono a tutti gli interessati momenti di aggiornamento scientifico e di confronto culturale su temi attuali nel campo della traduzione, dell’italianistica e della linguistica con studiosi provenienti da università italiane, europee e americane. Il prossimo appuntamento vedrà protagonisti, venerdì 1 dicembre nella sala del Lampadario di palazzo Caiselli (vicolo Florio 2 a Udine), Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, e Paola Mildonjan, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Sabatini dalle 9.00 terrà una lezione di argomento linguistico dal titolo L’occhio e la scoperta della grammatica, mentre Mildonjan, dalle 11.00, terrà un intervento nell’ambito della traduttologia, dal titolo Traduttore/traditore... Traduttore di quali messaggi, traditore di quali valori? (Esperienze di traduzione: la poesia di Tino Villanueva).

A dicembre
, seguiranno due incontri all’Università di Trieste: il primo, mercoledì 13 dicembre alle 10, vedrà come relatore Francisco Marcos Marìn della University of Texas, che presenterà una relazione dal titolo Lo spagnolo degli Stati Uniti:mete e miti; il secondo, venerdì 15 dicembre alle 11, ospiterà Riccardo Viel dell’Università di Bari, che interverrà con una presentazione di filologia dantesca dal titolo Per l’individuazione delle fonti romanze dantesche: problemi di metodo.

 
«Questo ciclo di incontri che apre l’anno dottorale per i nuovi dottorandi del XXXIII ciclo – sottolinea Raffaella Bombi, coordinatrice del Dottorato di ricerca in Studi linguistici e letterari – conferma anche il livello di internazionalizzazione del nostro percorso dottorale. Infatti, accanto alle attività scientifiche dei progetti in cotutela, a questi incontri, oltre alla presenza di eminenti docenti di atenei italiani, vi partecipano anche docenti stranieri con i quali i dottorandi potranno confrontarsi e interagire per stabilire possibili futuri proficui scambi scientifici e collaborazioni in progetti di ricerca».
 
Tre degli appuntamenti si sono tenuti nelle scorse settimane, ospiti Cecilia Robustelli (Università di Modena e Reggio Emilia), che il 26 ottobre ha parlato di Aspetti morfologici e testuali connessi alle “scelte di genere”, Elena Semino (University of Lancaster) che il 17 novembre è intervenuta su un tema di comunicazione pubblica nell’ambito della salute parlando di Metaphor in health communication e Domenico Di Martino, collaboratore dell’Accademia della Crusca, che il 22 novembre ha tenuto una lezione dal titolo Il Dante della “prima” crusca (1595-1612): tra filologia e lessicografia.