28-07-2015
tmpI3L42R

Street art, si colorano i grandi muri di “Visioni urbane”

“Visioni Urbane” entra nel vivo proprio nel vivo dell’estate con la realizzazione un’iniziativa che maggiormente caratterizza il suo spirito: la realizzazione di grandi murales sulle facciate di edifici cittadini. Gli artisti sono infatti all’opera proprio in questi giorni per dipingere le grandi pareti degli edifici Ater nei quartieri San Domenico e Aurora, teatro per circa un mese dei lavori dei diversi writers delle associazioni Macross e Bravi ragazzi.

Gli interventi artistici veri e propri, che stanno colorando le pareti dei condomini, sono stati preceduti da un’attività di indagine da parte degli artisti stessi e condotta nei quartieri interessati, alla scoperta di memorie, bisogni e desideri delle comunità locali. “Esigenze” che possano offrire ispirazioni per i murales. Fino al 30 luglio l’artista Mattia Campo Dall’Orto sarà a lavoro in via Ausonia (San Domenico), dal 4 al 15 agosto Elia Venturini, invece, colorerà l’edificio in via Reconquista (San Domenico) e dal 6 agosto, infine, Francesco Patat e Mattia Campo Dall’Orto realizzeranno il murales in via Riccardo di Giusto (Aurora).

“Uno dei principi che ispirano il progetto – spiega l’assessore alla Cultura, Federico Pirone – è la volontà di proporre alla città una visione ben precisa. I luoghi in cui realizzare cultura sono molteplici e con questa iniziativa ci proponiamo di rendere la cultura un bene alla portata di tutti, perché gli spazi pubblici sono luoghi di sperimentazione artistica e di partecipazione. Una scommessa – conclude – che lanciamo, insieme alla collaborazione di molti soggetti. Ancora una volta, insomma, Udine può proporsi come un laboratorio contemporaneo di innovazione sociale nella cultura in cui sono proprio le forme artistiche più recenti e la partecipazione dei più giovani a fornire lo spessore di una nuova identità”.

“Visioni Urbane”, lo ricordiamo, è un progetto del Comune di Udine finanziato dalla Regione FVG, con cui si vuole dare un segnale di rinnovamento e apertura a nuove forme e linguaggi artistici propri della generazione più giovane, quella che si dedica al writing e alla street-art. L’iniziativa si caratterizza non solo come un’operazione estetica di riqualificazione e decorazione di alcuni luoghi cittadini, ma anche come operazione culturale in senso lato che vede la creatività urbana come strumento per mettere in moto meccanismi di partecipazione a partire dal legame tra l’artista e la comunità del quartiere per la quale l’opera viene pensata e realizzata.

Un approccio adottato anche recentemente in “Whites lines”, una performance di live painting consistente nella realizzazione di particolari opere di pittura bianca su vetro svolta sulle vetrine di nove esercizi commerciali del centro città, che per qualche giorno ha trasformato Udine in una galleria d’arte all’aperto.

Per conoscere i dettagli riguardanti date e indirizzi delle prossime performance, è possibile visitare il blog visioniurbane.udine.it dove è possibile anche lasciare il proprio commento sulle opere realizzate e sul progetto in generale. Per informazioni è invece possibile contattare l’Agenzia Giovani del Comune telefonando ai numeri 0432 271364/305.

#news