16-11-2017
tmplVFthg

Piscine Comunali: oltre 26.000 presenze nel 2017 e corsi di nuoto da tutto esaurito

Corsi di nuoto e piscine? A Udine continuano a essere tra le attività più apprezzate. Lo dimostrano i dati relativi all’utilizzo delle strutture natatorie e dei corsi di nuoto comunali per bambini e ragazzi degli impianti di via Ampezzo e via Pradamano.

Iniziati a fine ottobre ottobre, i corsi invernali hanno raggiunto una copertura di oltre il 90% dei posti disponibili. Su 275 posti totali, infatti, le iscrizioni sono state 245, con quattro corsi completi, uno ”overbooked”, e gli altri otto con una copertura di quasi il 90 per cento. I corsi proseguiranno fino al 3 febbraio 2018, mentre a dicembre come sempre partiranno le iscrizioni per le attività primaverili.

«Le strutture natatorie comunali sono un tassello importante per la promozione degli stili di vita attivi: un dato che viene confermato dalla sempre elevata richiesta relativa ai corsi di nuoto per bambini e ragazzi – spiega l’assessore agli Stili di Vita e Sport Raffaella Basana – .Inoltre rivestono un importante valore sociale e aggregativo specialmente in estate, quando costituiscono una valida alternativa alle vacanze non sempre alla portata di tutti».

E infatti segna un andamento positivo, con oltre 26.000 presenze, anche il bilancio 2017 della stagione estiva delle piscine comunali del Comune di Udine. L’elaborazione dei dati riferiti ai mesi di giugno, luglio e agosto 2017, rapportati con gli stessi del 2016, evidenzia per l’impianto di via Ampezzo un recupero di 650 entrate in tre mesi, pari quindi a un aumento di 200 presenze al mese. In totale, in via Ampezzo le presenze sono state 24.584 in tre mesi (erano 23.931 nel 2016), di cui oltre 1.000 usufruendo del buono gratuito per allenamento sportivo breve, mentre rimangono grossomodo stabili i numeri di via Pradamano (1569 presenze nell’estate 2016, 1506 nel 2017).

Si tratta, ovviamente, di dati che riferendosi a impianti all’aperto sono molto legati alle condizioni meteorologiche: nel 2017, per esempio, il vero boom di presenze si è registrato a giugno (6128 presenze rispetto alle 4074 del 2016, ovvero + 2054), e ad agosto (+ 780), mentre luglio ha vissuto una flessione.

Se andiamo a vedere la composizione dell’utenza, si scopre che in via Pradamano la composizione maschi e femmine è più omogenea in estate (femmine 48% rispetto al 36% dell’inverno, maschi 52% rispetto al 64% dell’inverno). Se guardiamo all’età, mentre la percentuale degli adulti rimane stabile in estate, si registra un aumento dei ridotti per giovani fino a 18 anni (33% rispetto a 7% dell’inverno) a scapito dei ridotti per anziani ultrasessantacinquenni (5% rispetto al 17% dell’inverno) e dei ridotti “Carta giovani” per età tra 18 e 26 anni (7% rispetto al 20% dell’inverno). La percentuale di ridotti per disabili rimane praticamente immutata (1% in estate, 2% in inverno). Per quanto riguarda invece la formula di abbonamento, si rileva in estate una flessione degli abbonamenti rispetto al biglietto singolo (52% abbonamento rispetto al 71% in inverno, 48% biglietto rispetto al 33% dell’inverno).

Il dettaglio dell’impianto di via Ampezzo rivela che rispetto alla stagione invernale l’andamento delle presenze uomini-donne segue le stesse dinamiche di via Pradamano, così come anche per l’età.

Il discorso invece cambia per le formule di abbonamento. Qui infatti si registra un drastico calo degli abbonamenti estivi rispetto al biglietto singolo (gli abbonamenti estivi sono solo il 9% rispetto al 61% in inverno, mentre in estate il 91% dell’utenza sceglie il biglietto rispetto al 39% dell’inverno). Questa tendenza dipende dal fatto che la maggior parte del pubblico delle piscine esterne (olimpionica e vaschino ludico) non frequenta con regolarità la piscina, e quindi preferisce acquistare di volta in volta il titolo di accesso. Inoltre, per gli adulti la formula abbonamento (11 ingressi al prezzo di 10, pari ad un’agevolazione del 9,09%) in estate è sfavorita dalla formula ultra conveniente, inaugurata nel 2014, dell’agevolazione tariffaria per allenamento sportivo breve, consistente nel rilascio di un buono per un ingresso gratuito da utilizzare entro 7 giorni per i nuotatori che effettuano un allenamento sportivo di durata non superiore a 90 minuti (in pratica due ingressi al prezzo di uno, pari a un’agevolazione del 50%). Nel corso dell’estate 2017, sono stati ben 1149 i buoni ingresso staccati, pari a una media di 380 al mese.

#news