06-07-2017
tmpid6 E7

Piazzetta S. Cristoforo: accolte richieste su navetta, ztl, arredo urbano

La partenza del cantiere di via Mercatovecchio, che con la chiusura dell’arteria provocherà la modifica alla viabilità della zona attigua, sarà l’occasione per una riprogettazione totale di piazzetta S. Cristoforo negli aspetti di viabilità, arredo urbano, concessioni di spazi pubblici per i locali.

Sono stati questi i temi trattati nell’incontro odierno tra il sindaco di Udine Furio Honsell, gli assessori alla Mobilità Enrico Pizza e al Commercio Alessandro Venanzi e il Comitato che rappresenta i commercianti della zona. Si è trattato di un incontro confermativo di quanto già era stato discusso in precedenza, ovvero la disponibilità assoluta dalla giunta riguardo ai quattro punti chiesti dal Comitato. Valorizzazione della zona, trasporto pubblico, arredo urbano e ztl.

«Con la partenza dei lavori in via Mercatovecchio attiveremo un servizio navetta che assicuri l’accessibilità fin in piazzetta S. Cristoforo e, possibilmente, piazza Marconi» ha assicurato da subito il sindaco, Furio Honsell, ringraziando il Comitato per i contributi alla discussione, «molto importanti come linee guida per valorizzazione la zona».

Per quanto riguarda l’osservanza della Ztl, la gara regionale per l’affidamento delle telecamere è ormai conclusa e il contratto è in firma. «Nella zona Ztl saranno quindi compresi via Palladio, l’intera piazzetta S. Cristoforo e il primo tratto di via Gemona, fino a piazzetta Antonini– ha spiegato l’assessore Pizza – mentre stiamo portando avanti l’iter per lo spostamento della telecamera da via Caiselli all’angolo di via Palladio. Stiamo inoltre riflettendo sul regolamento della Ztl, che dovrà ovviamente prevedere tutti i casi particolari, tra i quali la possibilità per il carico/scarico».

Per quanto riguarda invece il posizionamento dell’arredo urbano, c’è la massima disponibilità, anche se sarà prima necessario attendere la redazione dei tragitti del trasporto pubblico, che ovviamente ha la priorità.

« Questo è un incontro che va a confermare quanto già avevamo discusso – ha concluso l’assessore Venanzi – .Vogliamo che anche questa zona cominci a elaborare un progetto per plasmare una sua identità specifica, come già accaduto con Largo Del Pecile, puntando alla creazione di un ”Centro commerciale naturale” che è il vero valore aggiunto del centro, una zona in cui passeggiare, socializzare, e fare acquisti di qualità».

Un’idea sulla quale c’è una comunione di intenti da parte dei componenti del Comitato, che hanno preso atto delle risposte positive alle loro richieste e della tempistica indicata.

#news