03-04-2017
tmpUMimEL

Oltre un milione di euro in 3 anni per manutenzione cigli stradali

Quasi un milione e mezzo di euro saranno impegnati dal Comune di Udine nel triennio 2017-19 per lo sfalcio delle erbe e la manutenzione dei cigli stradali nei rioni cittadini, fondi già presenti nel bilancio 2016 e quindi disponibili. Non solo: sarà anche un’attività assegnata, come previsto dai bandi, a cooperative di tipo ”B”, ovvero che puntano all’inserimento sociale e produttivo delle persone in situazione delicate e che incentivano l’occupazione giovanile.

«Si tratta quindi di raggiungere un doppio obiettivo – spiega l’assessore all’Ambiente Enrico Pizza – ovvero garantire la manutenzione dei marciapiedi e dei cigli stradali, e allo stesso tempo favorire quelle cooperative che si impegnano a dare occupazione a chi è più in difficoltà».

Si tratta, in totale, di 600.000 metri lineari di cigli stradali da tenere sotto controllo, sui quali le operazioni di sfalcio inizieranno nel mese di maggio 2017.

Sempre in materia di verde cittadino, inoltre, sono state appena piantate al Parco Moretti le nuove siepi in lonicera nitida (che sostituiscono quelle in bosso colpite dal bruco della piralide), opera affidata alla ditta Zanini di Martignacco che era stata progettata nell’ambito del progetto di miglioramento del verde. Sempre il Parco Moretti sarà poi una delle prossime tappe del progetto di rifacimento dell’illuminazione pubblica a led, grazie al quale la mappa dei punti luce dell’area sarà completamente operativa.

E a completare il discorso sul verde c’è la questione dei chioschi, presenti nelle tre aree verdi cittadine Brun, Cormor e Moretti e tutte e tre operativi.

Nella sua ultima seduta la giunta comunale ha infatti dato risposta affermativa alla richiesta formulata dalla ditta titolare della concessione dell’area verde Brun che si affaccia su piazzale Chiavris (Giangio s.r.l. di Udine) di potervi posizionare alcune attrezzature per la ristorazione e lo svago nel periodo da aprile a ottobre. Oltre al chiosco già presente, quindi arriverà una casetta in simil legno, pensata per non impattare con l’ambiente naturale, che offrirà la cena tutte le sere e il pranzo nei fine settimana, mentre per i più piccoli ci sarà anche uno scivolo gonfiabile. Hanno aperto i battenti, inoltre, anche i due chioschi del parco Cormor e del Moretti.

«Con l’arrivo delle temperature più miti, previste dei prossimi giorni, garantiremo la presenza di punti di ristoro nelle più importanti aree verdi cittadine – spiega l’assessore all’Ambiente Enrico Pizza – che sono ormai alternative molto apprezzate per la socializzazione e la vita salutare all’aria aperta».

#news