17-09-2015
tmpA Hxx7

Nuovo imbrattamento della Loggia del Lionello

“È inaccettabile che si continui ad imbrattare uno dei monumenti più importanti e belli della città. La Polizia Locale sta visionando le immagini registrate dalle telecamere e se verranno individuati i vandali provvederemo immediatamente affinché vengano puniti imputando loro i costi che il Comune, e quindi i cittadini, si sobbarcano per la pulizia”.

Non usa giri di parole il sindaco di Udine, Furio Honsell, in seguito all’ennesima scritta apparsa sulla facciata della Loggia del Lionello, cuore del centro storico affacciata su piazza Libertà. Stavolta, dopo l’ultimo episodio verificatosi ad aprile scorso, l’imbrattamento ha riguardato la facciata esterna sul lato di piazza Libertà, dove è comparsa la scritta “23” disegnata in rosso sul muro.

“Questi episodi, purtroppo, si verificano con periodicità – prosegue il sindaco – ma non è più accettabile che uno dei nostri gioielli architettonici sia imbrattato da vandali e, spesso, scambiato come bivacco delle persone anche in pieno giorno”.

A novembre dell’anno passato, il Comune aveva provveduto a incaricare una ditta specializzata per la pulizia di tutta la Loggia dalle scritte o da piccoli imbrattamenti. E non è la prima volta, tanto che l’amministrazione spende periodicamente migliaia di euro per questi interventi.

“Non sono solo le scritte che saranno prese di mira – tuona ancora Honsell –. Verranno potenziati anche i controlli su tutte le persone che ogni giorno si siedono, o per meglio dire bivaccano, sotto la Loggia sporcando, rovesciando bibite o gettando mozziconi di sigarette molto spesso sulle stesse scalinate d’ingresso alla Loggia. Non certo un bello spettacolo per gli udinesi e turisti che vengono per ammirare uno dei capolavori architettonici del centro storico”.

 

#news