23-10-2017

Malta, la sua storia e il suo “paesaggio” linguistico: ne parla Joseph Brincat

Joseph Brincat, ordinario di linguistica italiana dell’Università di Malta e corrispondente estero emerito dell’Academia della Crusca, terrà all’Università di Udine due conferenze dedicate ad alcuni aspetti della storia linguistica di Malta, la cui posizione nel Mediterraneo ha reso per secoli questo arcipelago crocevia di popoli, culture e lingue, trasformando quella che è la più piccola nazione dell’Unione europea in un caso unico dal punto di vista del plurilinguismo. Nei due appuntamenti, studenti e interessati potranno scoprire anche argomenti che vanno al di là della specificità linguistica.

Giovedì 26 ottobre alle 14 nell’aula 15 di palazzo Antonini (via Petracco 8) Brincat parlerà de “La creatività verbale nei nomi dei negozi e negli slogan pubblicitari”, trattando di alcuni aspetti del peculiare “paesaggio linguistico” dell’isola e non solo.

Venerdì 27 alle 12 nell’aula T9 di palazzo di Toppo Wassermann (via Gemona 92) nel seminario dedicato a “Parole, e popoli: migrazione e lingue nel Mediterraneo” sarà illustrata la storia linguistica di Malta, nella quale si fondono elementi vari per origine e per caratteristiche grammaticali, con tre famiglie linguistiche rappresentate, quella germanica attraverso l’inglese, quella romanza attraverso l’italiano, il siciliano e, in passato, il latino, e quella semitica attraverso l’arabo.

Le due conferenze sono organizzate nell’ambito degli insegnamenti di Linguistica e glottologia del corso di laurea in Lettere e di Comunicazione e lingua speciale del turismo del corso di laurea magistrale in Gestione del turismo culturale e degli eventi, tenuti da Raffaella Bombi e Francesco Costantini. «La storia linguistica di Malta – spiega Francesco Costantini del dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale – risulta rilevante sotto diversi punti di vista: da quello del plurilinguismo, considerato che vi si parlano il maltese e l’inglese come lingue ufficiali e l’italiano è conosciuto dalla maggioranza dei maltesi, a quello del contatto linguistico, al rapporto tra le diverse varietà all’interno di un repertorio plurilingue».

La visita a Udine del prof. Brincat si concluderà nel pomeriggio di venerdì 27 quando, alle 17.30 nell’aula A di Viale Ungheria, in un incontro aperto alla cittadinanza, terrà una lezione dal titolo “Luigi Pirandello e l’isola di Malta”, iniziativa organizzata in collaborazione con l’Associazione Sicilia-Friuli nel quadro del 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello.
 
Nella sua lunga e prolifica carriera accademica, Joseph Brincat ha pubblicato oltre un centinaio di contributi in diversi ambiti di ricerca, dalla linguistica maltese a quella italiana, alla filologia comparata. È autore e curatore di una dozzina di monografie, tra cui la fondamentale Malta. Una storia linguistica (2004), opera di riferimento non solo nell’ambito degli studi linguistici sull’arcipelago. È membro dell’Institute of Linguistics e dell’Institute of Maltese Studies e in passato ha ricoperto il ruolo di vicepresidente della Società di Linguistica Italiana. Nel 1995 è stato insignito del grado di Commendatore all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, onorificenza che, insieme alla nomina a corrispondente estero dell’Accademia della Crusca nel 2010, ha coronato una carriera di studi di assoluto rilievo.