20-03-2017

Lavorare senza confini grazie alle tecnologie dell'informazione

“Lavorare senza confini grazie alle tecnologie dell’informazione” è il titolo della conferenza di Manuel Clama, Group IT Manager del Gruppo de Eccher, in programma all’Università di Udine lunedì 27 marzo, alle 12, nell’aula C del polo di via Tomadini 30/a a Udine. Al centro dell’incontro, organizzato dal corso di laurea magistrale in Economia aziendale, il tema del ruolo delle tecnologie dell’informazione (ICT) nei nuovi modelli d’impresa e nelle professioni emergenti. Ruolo che sta ridefinendo, in particolare, aspetti basilari della vita aziendale quali lo spazio e il tempo del lavoro.

«Il cambiamento delle tecnologie e delle relazioni di lavoro – spiega il coordinatore dell’incontro, Giancarlo Lauto, docente del corso di Change Management, Giancarlo Lauto – rendono improrogabile la trasformazione digitale delle imprese. L’esperienza del Gruppo de Eccher presentata da Clama chiarisce come le sfide della mobilità mettano le aziende di fronte a un problema organizzativo prima ancora che tecnico. Grazie alla loro formazione manageriale, i nostri studenti di Economia aziendale potranno fare la differenza in questi processi. In questo senso, Clama, laureatosi 10 anni fa in queste aule e protagonista di una brillante carriera internazionale, rappresenta un modello da seguire».

«La mobilità, intesa come la creazione di efficaci relazioni fisiche e virtuali – spiega Clama, anticipando i principali argomenti del suo intervento –, è uno degli aspetti in cui si declina il tema del prossimo Expo 2020 di Dubai. Per le aziende questa idea si sostanzia nella necessità di dotarsi di un’infrastruttura IT che permetta alle persone di essere ugualmente produttive in ufficio, quando lavorano da casa, quando vanno a visitare un cliente o quando stanno conducendo una trattativa con un fornitore dall’altra parte del mondo. Inoltre, l’ambiente di lavoro deve risultare fruibile tanto dalle generazioni con più anzianità aziendale quanto dai “millennials” che, si stima, proprio nel 2020 costituiranno il 50% dei lavoratori. Tutto questo, in un quadro in cui non sono più solo dipendenti a poter accedere ai sistemi informativi aziendali, ma anche collaboratori e partner esterni. Rimuovere i confini fisici e organizzativi dell’ambiente di lavoro aumenta la flessibilità ma rimuove anche le classiche barriere di sicurezza informatica; ciò amplia necessariamente la sfida degli IT manager di oggi, che si trovano a governare un perimetro aziendale esteso quanto il mondo».

«Il Gruppo de Eccher, multinazionale friulana leader nel settore dell’ingegneria edile, un caso esemplare di queste dinamiche» sottolinea Lauto. Il Gruppo ha realizzato opere quali il grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino su progetto di Renzo Piano, aeroporti e infrastrutture di trasporto in tutto il mondo. Ha più di 3600 dipendenti in Italia all’estero, siti in cinque continenti e un fatturato di oltre 660 milioni di euro.