27-11-2017

Inaugurato a Udine l’archivio italiano dei giochi

archivio giochi

E’ stato inaugurato oggi, sabato 25 novembre alle 11.30 alla sede di via Sabbadini 22 (Museo Storia Naturale), l’Archivio Italiano dei Giochi, struttura unica in Italia che ha appena trovato sede a Udine (nell’area dell’ex macello, che già ospita il padiglione restaurato sede del Museo friulano di Storia Naturale) grazie al contributo regionale di 380.000 euro che ha permesso, oltre che la creazione di una struttura museale, anche l’organizzazione di iniziative di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico.

«E’ un privilegio per la città di Udine poter ospitare una struttura di valenza nazionale, che pone il nostro paese a livello degli altri paesi europei come la Germania Francia e Svizzera inaugurando l’archivio italiano dei giochi; ringrazio la Regione che ha voluto finanziarlo, il Comune ha messo a disposizione un piano dell’ex macello di via Sabbadini – spiega il sindaco, Furio Honsell – .I giochi stanno diventando sempre più importanti sia sotto il profilo delle tradizioni che sotto quelli cognitivo culturale ed economico sociale. Udine ha ricoperto la presidenza dell’associazione Giona, e questo suo prestigio a livello nazionale viene ora consacrato da questa iniziativa per la quale è già stato chiesto il riconoscimento del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo».

«E’ un punto di arrivo e non di partenza – ha commentato l’assessore agli Stili di Vita Raffaella Basana – che oltre a un contenitore della ”storia del gioco” sarà anche un luogo di aggregazione dove esplorare le varie facce dell’attività ludica, riflettendo anche sul lato negativo della dipendenza dal gioco d’azzardo».

Affidato in gestione tramite apposito bando a Studiogiochi con il coordinamento di Dario De Toffoli, prevede quattro attività principali. La prima è la creazione di un portale di classificazione e catalogazione dei giochi e delle pubblicazioni sui giochi, accessibile a tutti e che, attraverso l’attivazione di un sistema di crowdsourcing, permetterà agli utenti di collaborare alla creazione di nuove schede e all’ampliamento di quelle già esistenti. La seconda è l’Archivio Museale, situato in via Sabbadini 22, nel quale sarà possibile consultare le pubblicazioni sul gioco e visionare i giochi, acquisiti attraverso donazioni o cessioni a vario titolo da parte di privati, collezionisti e aziende. La terza è l’attivazione di un Centro Studi dedicato al gioco, nel quale verranno sviluppate iniziative finalizzate allo studio, alla valorizzazione e alla promozione della cultura del gioco che vedranno il coinvolgimento di Federazioni, Associazioni, Circoli, Collezionisti e altri soggetti, a livello locale, nazionale e internazionale. Infine ci sarà l’organizzazione di numerosi eventi dedicati alla cultura ludica, che si articoleranno in incontri, tornei, laboratori, mostre, iniziative sulla matematica ricreativa e corsi per operatori. Particolare attenzione sarà data alle iniziative di contrasto al gioco d’azzardo.

«Stiamo percorrendo una strada nuova – commenta De Toffoli – .Questo sarà il primo archivio sui giochi a rispondere a parametri biblioteconomici e scientifici. L’Archivio sarà fruibile da tutti e, attraverso il crowdsourcing, gli esperti potranno collaborare da remoto, senza trascurare la raccolta dei materiali e l’interazione con gli utenti che saranno coinvolti negli eventi che organizzeremo. L’obiettivo è il recupero, la conservazione e la valorizzazione di un patrimonio che viene costantemente disperso. Un’operazione volta ad aumentare la nostra conoscenza: cultura, non marketing della cultura».

La giornata del 25 novembre proseguirà con un ciclo di conferenze che si terrà in Sala Ajace dalle 16.30 alle 18.30 con i massimi esperti del settore ludico e contemporaneamente sotto la Loggia del Lionello saranno allestiti dei tavoli dove sarà possibile sperimentare varie tipologie di giochi. Alle 18.30 è previsto un brindisi ludico con alcune specialità enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia.

Per conoscere gli orari di apertura e ricevere ulteriori informazioni sull’Archivio Italiano dei Giochi ci si può rivolgere alla sede dell’Archivio (telefono 0432 1273252/51/50, mail archiviodeigiochi@comune.udine.it), oppure alla segreteria di Studiogiochi (telefono 0415211029 – info@studiogiochi.com), Massimo Salvador (3485628337), Piero Modolo (3489900459).

#news