21-12-2015
tmpHayTto

“Bonus sport”, quasi 500 i ragazzi che riceveranno il contributo

Dal calcio, che come previsto la fa da padrone, alle arti marziali, dalla pallavolo alla danza, passando per basket, nuoto e tennis, ma anche discipline meno diffuse come il parkour o le arti circensi. Sono davvero tante, 524 per la precisione, le richieste di contributo giunte in Comune per accedere ai fondi del progetto “Far sport – Oltre la crisi”, l’iniziativa dell’assessorato allo Sport per sostenere le spese delle famiglie a basso reddito e consentire così l’iscrizione dei propri figli a una disciplina sportiva.

“Il Comune conferma il suo impegno nella promozione della pratica dell’attività motoria dei giovani della nostra città – sottolinea l’assessore all’Educazione, Sport e Stili di Vita, Raffaella Basana –. La pratica ludicomotoria e sportiva, infatti, non solo ha lo scopo di mantenere chi la svolge in buona salute, ma offre la possibilità di integrarsi, di socializzare, di imparare a rispettare le regole e a condividere momenti di gioia e di riscatto. La crisi economica che ha colpito le nostre famiglie negli ultimi anni rischia di far rinunciare i giovani a praticare uno sport, impoverendo il loro spazio sociale e l’opportunità di svolgere una sana attività fisica. Per questo – conclude – ringrazio oltre agli uffici comunali che hanno lavorato al progetto, anche i preziosi sponsor come il gruppo Hera e la Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia”.

Quasi tutte le domande pervenute agli uffici Progettazione Sport e Movimento sono state accolte. In questo modo 479 ragazzi tra i 5 e i 17 anni potranno spartirsi il “tesoretto” di 57 mila e 200 euro messo a disposizione da Comune, Amga Energia&Servizi del Gruppo Hera e Cassa di Risparmio del Fvg.

“Nella rosa dei tanti interventi che il Gruppo sostiene – afferma Riccardo Finelli, responsabile relazioni esterne AcegasApsAmga (Gruppo Hera) – questo, che avviene attraverso la società Amga Energia e Servizi, è quello che a cui abbiamo contribuito con più convinzione proprio per l’idea di poter stare vicini alle famiglie, in una fase economica ancora non facile”.

Soddisfatto anche il sindaco Furio Honsell. “L’attività fisica aiuta l’apprendimento – commenta –, rappresenta una valvola di sfogo alla vivacità tipica della giovane età, stimola la socializzazione e abitua alla gestione dei diversi impegni quotidiani. Senza dimenticare l’effetto positivo dell’attività fisica sulla salute. Ecco perché sono molto soddisfatto per questo progetto innovativo che, in un periodo in difficoltà economiche, sostiene le famiglie nelle spese per la pratica sportiva”.

A rimarcare l’importanza di sostenere le famiglie nell’ambito sportivo è anche il presidente della Cassa di Risparmio del Fvg, Giuseppe Morandini, secondo cui “solidarietà e sport è un binomio vincente, l’anima migliore di Udine.

Il contributo economico erogato servirà a coprire il 50%, e comunque fino a un massimo di 150 euro, della spesa sostenuta dalle famiglie per l’iscrizione a una disciplina sportiva di ciascun figlio nell’anno scolastico 2015-2016. Il beneficio è stato assegnato alle famiglie con una certificazione Isee fino a 12 mila euro.

Entrando nel dettaglio delle domande pervenute a palazzo D’Aronco, dei 479 beneficiari 190 sono ragazze e 289 ragazzi, 343 di età compresa tra i 5 e gli 11 anni e 136 tra i 12 e i 17. Per quanto riguarda le discipline sportive, a spadroneggiare è il calcio con 166 domande pervenute. Seguono le arti marziali e la pallavolo (51 domande ciascuna), la pallacanestro (49) e il nuoto (42). A seguire le altre, tra cui danza, ginnastica, atletica, pattinaggio, rugby, arti circensi, baseball, parkour, pesistica, scherma, skateboard, tennis e ping-pong.

Non appena sarà pubblicata la determina di approvazione delle graduatorie provvisorie, partiranno le comunicazioni alle famiglie ammesse e non ammesse al contributo. Come previsto dal bando, il contributo sarà accreditato sul conto bancario o postale indicato nella domanda a partire da fine gennaio 2016 alle famiglie che consegneranno tutte le ricevute di pagamento, all’Ufficio Progettazione Sport e Movimento, nei seguenti termini: 31 gennaio 2016 per coloro che hanno versato la quota di iscrizione annuale in un’unica soluzione o 30 giugno 2016 per coloro che hanno effettuato i pagamenti in forma rateale.

#news