2

Galleria d’Arte Antica

La Galleria d’Arte Antica, istituita ufficialmente nel 1866, permette un interessante itinerario attraverso la pittura friulano-veneta dal Trecento alla metà dell’Ottocento. 

Accanto ai principali rappresentanti dell’arte friulana, sono presenti artisti locali che raggiunsero un prestigio “nazionale”, come Giovanni Antonio da Pordenone e Giovanni da Udine. Fiori all’occhiello della pinacoteca sono, tuttavia, il San Francesco che riceve le stigmate, la cui paternità a Caravaggio è ancora in discussione, il Cristo e gli strumenti della Passione, capolavoro del veneziano Vittore Carpaccio, e il nucleo delle opere di Giambattista Tiepolo (Angelo custode, Consilium in arenaLa Fortezza e la Sapienza, San Francesco di Sales).